back to bach - 2022

 

Back TO Bach 2022 - prima parte
Un Festival internazionale di musica barocca a Torino e in Piemonte
20 marzo - 14 aprile 2022

Nella primavera dello scorso anno, in un momento in cui tutto il mondo della musica e dello spettacolo dal vivo ha dovuto rinunciare al conforto della presenza del pubblico l’Accademia Maghini ha continuato a realizzare progetti cercando modalità alternative per dare opportunità di lavoro ai musicisti e offrire occasioni di ascolto al pubblico. Oltre alla produzione di un nuovo CD (la Via Crucis di Liszt, con Da Vinci Classics) sono state realizzate alcune registrazioni che abbiamo poi trasmesso in streaming con grande seguito da parte del nostro pubblico.
Da questa esperienza è nata l’idea di organizzare ogni anno, tra l’avvio della primavera (il 21 marzo, che tra l’altro coincide con il compleanno di Bach) e il periodo pasquale, una sezione speciale del nostro festival; si ritiene infatti che eseguire in questo arco temporale quelle musiche che sono nate proprio in funzione di questo cruciale momento dell’anno liturgico, dalle Passioni di diversi autori a partiture destinate alle celebrazioni della Settimana Santa, rappresenti un valore aggiunto all’evento musicale e permetta di cogliere in modo più completo i significati espressivi e spirituali di questi capolavori.
Si inizierà con una mini-maratona bachiana: oltre a portare la musica nel vivo della liturgia, vedrà protagonisti diversi giovani concertisti provenienti dal Conservatorio, seguendo la vocazione del festival di dare spazio e occasioni di esibizione ai talenti emergenti. Seguiranno due concerti corali: il 10 aprile, domenica delle Palme, un evento in forma di concerto spirituale, con musiche eseguite dal Coro dell’Accademia Maghini, letture e commento di un importante biblista; il giovedì santo 14 aprile, un secondo concerto a cura del Consort Maghini con le Sette parole di Cristo sulla croce di Heinrich Schütz, nella ricorrenza dei 350 anni della morte (1672/2022), a cui faranno seguito pagine corali sacre di diversi autori della famiglia Bach. Una ripresa a Cuneo del progetto Giga Bites , che ha caratterizzato la passata edizione del festival, guide all’ascolto e letture tratte dai Bach Dokumente, a cura di JSBach.it – Società Bachiana Italiana, completano questa prima fase del programma di Back TO Bach 2022.

PROGRAMMA

Ulteriori dettagli e modalità di prenotazione su www.backtobach.it

 

CD “Franz Liszt: Via Crucis S. 53” - Da Vinci Classics

Composta tra la fine del 1878 e il 79 tra Roma e Budapest, 14 anni dopo aver ricevuto gli ordini minori, la Via Crucis per soli, coro misto e organo o pianoforte è una partitura emblematica della matura religiosità di Franz Liszt. Con una scrittura di scabra e ieratica semplicità, tanto più evidente in questa versione originale con pianoforte, Liszt illustra in modo toccante le 14 "stazioni" della salita al Calvario: ne scaturisce una sorta d'oratorio in formato ridotto a carattere narrativo, con l’inserimento di alcuni brani estrapolati da testi poetici della letteratura latina medievale e relative intonazioni gregoriane e passi evangelici tratti da corali protestanti, con la chiara citazione tematica del nome di Bach. 
Completano il CD altre rare pagine lisztiane, alcune solamente pianistiche (Trasfiguration e la parafrasi sullo Stabat Mater, ovvero sul medesimo tema utilizzato in tre momenti salienti della Via Crucis), altre con l’apporto di voci soliste e del coro, in cui risalta nuovamente il legame con Bach ( i sette Deutsche Kirchenlieder, in forma di corali luterani e il breve e inedito frammento su B.A.C.H.), l’intensissimo Ave verum corpus per coro a cappella e infine Le Crucifix,  tre visionarie meditazioni su testi di Victor Hugo.